Forme che creano onde

L’Olografia

frattale-04
 
Dennis Gabor è il fisico ungherese, premio Nobel, che ha scoperto l’olografia e gli ologrammi.

Un ologramma è prodotto quando un fascio di luce laser (luce coerente o in fase) viene diviso in due raggi (fig A): uno serve ad illuminare l’oggetto da fotografare e l’altro svolge la funzione di “raggio di riferimento”.

Quando i due raggi si incontrano di nuovo si produce l’ interferenza. Il raggio che è stato diffuso dall’oggetto contiene una mescolanza di fasi, mentre quello di riferimento è costituito da onde tutte in fase (coerenti).
 
 
 
 
 
 
 

Alcune delle straordinarie proprietà dell’olografia :
    • L’immagine visibile sulla pellicola non somiglia affatto all’oggetto fotografato ! E’ composta da cerchi concentrici simili a quelli creati da due o più sassi gettati in uno stagno (figura di interferenza).
    • Quando la pellicola viene illuminata da un raggio laser, dietro appare un’immagine tridimensionale dell’oggetto fotografato
    • Se la pellicola viene tagliata in piccolissimi frammenti (fig B), ognuno di questi, quando illuminato, conterrà ancora tutta l’informazione e mostrerà ancora l’INTERA IMMAGINE (anche se meno dettagliata)
    • Ogni parte è compresa nel tutto e non può essere mai separata; ogni parte comprende il tutto. Ogni punto, quando è illuminato, mostra un’immagine separata e distante ma la sua origine è nel tutto. 

 

Posted in Articoli and tagged .